Scoperta eccezionale al Fondo Librario Antico, ritrovati documenti precedenti a Dragut

Fondo Librario Antico

L’11 luglio del 1553, Mohamed Dragut, capo della flotta franco turca, riuscì a vincere la resistenza delle truppe di Castel San Giacomo ed entrò a Licata. La città, messa a ferro e fuoco per 8 giorni, venne distrutta, molti degli abitanti uccisi e altri deportati per essere venduti nei mercati dell’Africa. In quell’occasione, tra le altre cose, i pirati distrussero col fuoco l’archivio storico della città.

Si pensava che delle “carte”, fondamentali per ricostruire la storia di Licata, non fosse rimasto nulla. Ora, invece, al Fondo Librario Antico diretto da Angelo Mazzerbo, è stata fatta una scoperta eccezionale. Sono stati ritrovati dei documenti antecedenti allo sbarco dei pirati. Qualcosa, dunque, è stato conservato.

A renderlo noto, pubblicando un video sulla propria pagina Facebook, è stato proprio il Fondo Librario Antico.

Nel video vengono mostrati documenti datati primo luglio 1483, 17 novembre 1523, 25 settembre 1529, 25 agosto 1532, 10 gennaio 1540.

A breve il Fondo svelerà di che documenti si tratta e si saprà che storia raccontano.  

(Foto Fondo Librario Antico FB) 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*