Sono accusate di abusivismo edilizio, gli agenti della polizia municipale denunciano due persone

Polizia municipale Licata

Nel mese di maggio il “cemento selvaggio” fa registrare a Licata un leggero arretramento rispetto ai periodi precedenti. Sono, infatti, solo due le persone denunciate a piede libero con l’accusa di avere costruito in assenza di concessione edilizia o, comunque, in difformità rispetto al permesso ottenuto dai competenti uffici del Comune.

Il dato è contenuto nel report sull’attività posta in essere nello scorso mese, che il dipartimento Territorio e Ambiente del Comune ha pubblicato questa mattina. 

A segnalare i due alla magistratura sono stati gli agenti della polizia municipale, che ogni giorno eseguono verifiche del territorio per scoprire eventuali, nuovi abusi edilizi.

C’è però da dire, e questo è un dato certo, che numeri alla mano il fenomeno del “cemento selvaggio” è in netto calo rispetto al passato, e questa è una buona notizia. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*