Solidarietà, i cuochi agrigentini dell’Alleanza Slow Food cucinano per realizzare un orto in Africa

Pizza

Cucina e solidarietà, un binomio non nuovo, ma sempre attuale e soprattutto utile.

“I cuochi agrigentini dell’Alleanza Slow Food – si legge in una nota -scendono in campo per sostenere la realizzazione di un orto in Africa. Si tratta di una iniziativa supportata dai Cuochi dell’Alleanza Slow Food di Agrigento per sostenere la Comunità Slow Food Zagara الزهر اAgrigento promotrice dell’iniziativa. Ogni cuoco dell’Alleanza proporrà un piatto popolare con un prezzo incrementato di 1€, che verrà devoluto per sostenere l’obiettivo della comunità”.

“Ha cominciato, in questi giorni, Giovanni Gruttad’Auria chef e patron dell’Osteria La Madonnina di Campobello di Licata. Ai propri commensali – si legge ancora nel documento – proporrà “La Carrettiera”, spaghetti di grano Margherito, pomodoro buttiglieddru di Licata con pesto di mandorle e basilico, mousse di cicoria e Ficu di capra girgentana e cialda croccante di stagionato di capra girgentana. Nelle prossime settimane, l’iniziativa sarà ripetuta da Mareme Cisse di Ginger – People and Food, da Fabio Gullotta di Terracotta Ristorante, e da Giuseppe Patti di Premiata Pizzeria Sardasalata”.

“L’ Alleanza Slow Food è – si conclude il documento – un patto fra cuochi e piccoli produttori per promuovere cibi buoni, puliti e giusti del territorio e salvare la biodiversità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*