Maltempo, eseguite le verifiche nelle scuole: dichiarato inagibile soltanto il plesso “Peritore”

Maltempo controlli

Sono andati avanti per tutta la giornata i sopralluoghi sul territorio per verificare l’entità dei danni provocati dal maltempo.

“Tecnici del Comune – si legge in una nota dell’ente – accompagnati dagli assessori ai Lavori Pubblici Riccardo De Ninnis e alla Pubblica Istruzione, Violetta Callea, hanno effettuato i sopralluoghi all’interno degli edifici scolastici di proprietà comunale, al termine del quale soltanto il plesso Peritore del Villaggio dei Fiori è stato dichiarato inagibile. Già da domattina gli operai del Comune interverranno per ripristinare lo stato dei luoghi e ridare l’agibilità all’edificio”.

“Invece tecnici del Genio Civile di Agrigento, accompagnati dall’assessore alla protezione civile Giuseppe Ripellino, sono stati sul posto per una verifica delle condizioni dei canaloni di smaltimento delle acque, molti dei quali – aggiunge il Comune – sono già oggetto di interventi programmati grazie all’avvio di procedure che a breve dovrebbero portare all’inizio dei lavori veri e propri. Oltre agli interventi già programmati, l’amministrazione comunale ne ha sollecitati altri con carattere d’urgenza per i canaloni di contrada Pozzillo e, il prolungamento della Manca Safarello”.

“Da parte sua il sindaco Giuseppe Galanti, che durante la mattinata unitamente al vice Antonio Montana e tecnici ha visitato aziende danneggiate ed incontrato cittadini del rione Fondachello Plaia, è stato raggiunto telefonicamente – scrive ancora il Comune – dal presidente provinciale della Coldiretti di Agrigento, che ha assicurato il sostegno dell’organizzazione a favore di tutti i produttori agricoli danneggiati, e dal direttore generale della Banca Popolare S. Angelo, Piscopo, che, a sua volta ha assicurato la sospensione del pagamento dei mutui in corso a carico di operatori economici, nonché di concessione di mutui a condizioni agevolate per eventuali altri operatori economici, danneggiati dalle avverse condizioni atmosferiche di questi giorni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*