Furgone e oggetti atti allo scasso, due pregiudicati catanesi “beccati” alle porte di Licata

Un'auto dei carabinieri

Condividi

Ieri sera, nel corso di un’operazione di controllo del territorio, i carabinieri della compagnia di Licata hanno fermato sulla statale 115 un furgone. A bordo c’erano due catanesi, pregiudicati, imparentati tra di loro. Uno di 53 anni e l’altro di 32. I militari, dopo averli fermati al posto di blocco ed identificati, hanno eseguito una perquisizione. Addosso non avevano nulla, ma sul furgone i militari hanno scoperto degli oggetti atti allo scasso.

Entrambi i catanesi sono stati condotti in caserma e qui, nei loro confronti, è scattata la denuncia a piede libero per porto ingiustificato di oggetti atti allo scasso. Poi sono stati invitati a tornare a Catania.

L’operazione, coordinata dal capitano Marco Currao, fa parte dell’intensificazione dei controlli che, durante l’estate, tutte le forze dell’ordine stanno eseguendo sul territorio. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*