Al “Dino Liotta” arriva il Rende e il Licata non può più sbagliare, servono i tre punti

Licata - Canicattì

di William Vitali

Dopo essere stato costretto a saltare la gara sul campo dell’Fc Messina per ragioni legate al Covid-19, il Licata torna protagonista al “Dino Liotta” dove ospiterà il Rende, sulla cui panchina siede oggi Tommaso Napoli, ex calciatore e allenatore dei gialloblù, volto molto noto in città, sportivo amato da tutti per il garbo che lo ha sempre contraddistinto.

Il pari a reti inviolate nell’ultimo match casalingo col Troina non ha consentito alle Aquile di allungare il margine dalla zona pericolosa della classifica in cui, tuttavia, gli uomini di Campanella sono settimi a ridosso delle posizioni playoff. Per provare a centrare il primo successo del nuovo anno servirà però una migliore produzione offensiva e maggiore cinismo rispetto alle recenti uscite, contro un avversario in piena lotta per non retrocedere, ma che ha mostrato già segnali di riscossa battendo a sorpresa, la scorsa domenica, la capolista Acr Messina, e abbandonando così l’ultimo posto.

Per irrobustire il reparto avanzato si è aggiunto alla corte di Campanella l’attaccante 2001 Gianluca Iezzi, interessante profilo prelevato in prestito dal Canicattì, con cui ha siglato undici reti durante la scorsa stagione in Eccellenza.

Domani le due squadre si ritroveranno al “Dino Liotta” a quasi sette anni dall’ultima volta, in cui i gialloblù ebbero la meglio per 1-0.

A dirigere l’incontro sarà il fischietto della sezione di Pordenone Davide Santarossa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*