“Adotta un giusto”, al teatro Pime di Milano è stato consegnato il premio alla scuola “Giorgio”

Adotta un giusto

Studenti e docenti della prima D dell’istituto comprensivo “Francesco Giorgio” di Licata hanno ritirato a Milano il secondo premio del concorso “Adotta un giusto 2018 – 2019”, organizzato da Gariwo (che fa parte dell’associazione per il Giardino dei Giusti assieme a Comune di Milano e Ucei) in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca”.

A ritirare il premio, al teatro Prime di Milano, sono stati l’alunna Sofia Giglia e le docenti Rosalia Nogara ed Angela Damanti.

“Ecco – scrive la scuola – la motivazione: Lavoro che ha il pregio di unire passato e presente illustrando la vicenda dei coniugi Ballabio accostata al tema odierno dell’accoglienza di giovani profughi”.

Sono oltre mille gli elaborati presentati al concorso.

“Ha aperto i lavori – scrive Lia Nogara – il presidente del consiglio comunale di Milano, Lamberto Bertolé. Sono intervenuti: Gabriele Nissim, presidente di Gariwo, Anna Maria Samuelli, responsabile della Commissione didattica di Gariwo. Toccante la testimonianza di Eugène Muhire Rwigilira, sopravvissuto al genocidio in Ruanda nel 1994, in cui furono uccisi molti suoi familiari. Ospite d’occasione il giusto Vito Fiorino, falegname di Sesto San Giovanni e pescatore diportista per passione che nel corso del tragico naufragio del 3 ottobre 2013 davanti all’Isola dei Conigli (Lampedusa) ha salvato 47 migranti e uno di loro presente in sala”.

“Sul palco – conclude la docente – sono stati poi chiamati gli alunni vincitori per ritirare i premi assegnati dalla giuria composta dalla commissione didattica di Gariwo, da Franca Schiavon del Comune di Milano e Giorgio Mortara dell’Ucei. Stralci dei testi letterari vincitori sono stati interpretati dagli attori Luca D’Addino e Veronica Franzosi”.

(Foto Lia Nogara ed Angela Damanti)

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*