Viadotto Petrulla, dai social appello a Gentiloni

Il viadotto crollato

“Presidente Gentiloni, questa non è una bufala. Non è un fotomontaggio. È la scorrimento veloce Licata – Canicattì caduta tre anni fa. Certo c’è la priorità del ponte di Messina, e non importa che noi per andare all’Agenzia delle entrate dobbiamo salutare la famiglia per una giornata”.

E’ quasi un appello quello che il licatese Giacomo Cellura ha rivolto al neo presidente del Consiglio dei Ministri, proprio all’indomani dell’inaugurazione della Salerno – Reggio Calabria, la nuova “Autostrada del Mediterraneo”, invitandolo a volgere lo sguardo anche sul viadotto Petrulla, crollato nel mese di luglio di tre anni fa.

Come è noto, nel sito i lavori di ristrutturazione sono iniziati da tempo e la riapertura ormai non dovrebbe essere lontana, ma da allora i disagi per i licatesi sono stati innumerevoli. Basti pensare che per raggiungere Ravanusa, Campobello di Licata o Canicattì, si percorre la vecchia strada di Sant’Oliva ed i tempi di percorrenza si allungano notevolmente. E Licata continua a pagare anche un caro prezzo dal punto di vista turistico, commerciale ed imprenditoriale. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*