Seguici sui social
Carabinieri

Cronaca

“Ha aggredito la propria figlia davanti il portone di casa”, i carabinieri arrestano un empedoclino

Resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Sono le accuse che i carabinieri muovono ad un sessantenne di Porto Empedocle che è stato arrestato.

L’uomo, secondo l’accusa, davanti il portone di casa stava aggredendo la propria figlia, ma di fatto l’intervento dei militari glielo ha impedito. L’empedoclino, quando sono arrivati i carabinieri, avrebbe colpito uno di loro, provocandogli delle lesioni lievi. E’ stato arrestato e, su disposizione del pubblico ministero di turno in Procura ad Agrigento, posto ai domiciliari nella sua abitazione.

Ieri è stato condotto davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento, che ha convalidato l’arresto, ha disposto la scarcerazione dell’empedoclino ordinando, nei suoi confronti, la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per due volte a settimana.

News, informazioni, curiosità ed eventi della città di Licata. Per la tua pubblicità su Qui Licata contatta il numero 3207550740 oppure invia una mail a info@popupadv.it

Pubblicità

Di più in Cronaca