Seguici sui social
Don Angelo Fraccica

Storie

Don Angelo Fraccica festeggia 50 anni di sacerdozio, Vincenzo Scuderi: “Una vita intera offerta al Creatore”

Oggi don Angelo Fraccica, arciprete della chiesa Madre di Licata, festeggia 50 anni di sacerdozio. E l’autore Vincenzo Scuderi, come parrocchiano, ha voluto scrivere per lui un pensiero, dedicandoglielo.

Volentieri, rivolgendo anche i nostri auguri a don Angelo Fraccica, lo pubblichiamo integralmente:

“Cinquant’anni di vita sacerdotale.

Se Padre Angelo Fraccica me lo permette, desidererei dirgli, con riconoscenza, “Grazie”.

E adesso, voglio fare una suggestione con le mie mani come fossero passati cinquant’anni di vita pastorale col solo scocco delle dita. Invece, sono trascorsi per davvero e intensamente.

Non sono stati, di sicuro, una passeggiata, non è stata neppure una fatica insopportabile.

Eppure, tra difficolta di ogni genere e le mille soddisfazioni dello spirito, Padre Angelo, li ha vissuti con tutta la forza datagli dalla serenità dell’anima.

Sapete perché? Non è mai rimasto solo, da solo.

Lungo il percorso della sua esistenza, il buon Dio, ha voluto mettergli accanto suo figlio Gesù, vero Dio, vero uomo.

Con Cristo ha celebrato i Suoi santi misteri, con Lui ha parlato, ha passeggiato, ha mangiato il Suo pane della vita, ha bevuto il calice della salvezza, con Lui ha chiacchierato e Lui lo ha consolato, rasserenato, confortato, ha curato tutte le ferite dell’anima.

Padre Angelo Fraccica ha risposto, ripetuto mille volte; “Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene” …  “Tu lo sai quanto t’amo” e per questo, “ho messo sempre in prima persona l’altro e mai me stesso”.

Al mondo, non esiste ambizione più grande che avere, sentire accanto Dio Padre nella Sua Unità e Trinità divina, nella quotidianità della vita.

Basta semplicemente volerlo, invocarlo, amarlo.

Forse, non l’ha scelta Padre Fraccica la vita sacerdotale. Ho dovuto dire sì!

Necessariamente “Sì”, perché ha soltanto risposto con tutto la forza del suo amore a quella “chiamata” soprannaturale di Dio col suo: “Eccomi”, che inglobava e include, tutt’oggi, l’umanità intera; è stata una richiesta esclusivamente totale di Dio che lo ha travolto, dolce, persuasiva, invitante, stimolante, piena di luce, di appagamento dell’anima e del corpo.

Padre Fraccica, messosi in ascolto della parola del Signore non ho potuto che accettare la proposta di Cristo d’essere il pastore del popolo di Dio, facendo sua, la frase di Cristo “M’ami tu più di questi? Pasci i miei agnelli”. Ha risposto giornalmente offrendo, consacrando, la sua vita, ogni cosa a Lui, pascendo le sue pecore con tutta la donazione dell’anima ricevendo la forza dallo Spirito Santo.

Il buon Dio gli aveva accertato che non sarebbe diventato ricco, potente, né glorioso, né vissuto un istante in più, ma di certo, avrebbe guadagnato la salvezza eterna dell’anima. Quella sì!

Ed ora, a distanza di cinquant’anni da quella data della sua consacrazione, lo ripete il suo convinto, coscienzioso, quanto appagante “Si… Sì… Sì”, mille volte ancora “Si”, attraverso l’offerta quotidiana di sé stesso.

Ribadisce sempre, ancora oggi, davanti a tutti e più solennemente dinanzi a Dio, il suo totale affidamento con il suo “Sì” benedetto dallo Spirito Santo, di certo, ricolmo di ogni grazia, di ogni bene, di ogni ricompensa del cuore.

Forse, questi cinquant’anni trascorsi, non gli appartengono, non sono un suo dono a Dio perché già erano di Dio, avendo offerto al Creatore, da sempre, la sua intera vita.

Di suo, padre Angelo Fraccica non ho mai posseduto nulla, se non la grazia santificante, la totale offerta al Suo Santo servizio.

I giorni che verranno li metterà ancora a disposizione di noi tutti fedeli con spirito d’amore e li consegnerà ai piedi dell’Onnipotente per ringraziare il Cristo, Verbo di Dio, il buon pastore della Chiesa e poi lo Spirito Santo paraclito, il consolatore, sollievo perfetto dell’anima, nonché la Madre nostra Celeste e di Dio, Maria, aiuto dei cristiani e dei consacrati.

Chi avrà modo di sfogliare le pagine della vita già scritte nel cuore di padre Angelo Fraccica, leggerà, di certo, le parole sempre vive del S. Vangelo”.

News, informazioni, curiosità ed eventi della città di Licata. Per la tua pubblicità su Qui Licata contatta il numero 3207550740 oppure invia una mail a info@popupadv.it

Pubblicità

Di più in Storie