Violazione di sorveglianza speciale e applicazione della semi libertà: provvedimenti per due licatesi

Controlli della polizia a Mollarella

Un licatese è stato denunciato a piede libero per violazione della sorveglianza speciale. Un altro è stato sottoposto alla misura della libertà controllata, con l’obbligo di presentarsi al commissariato una volta al giorno.

Entrambi i provvedimenti sono stati notificati dagli agenti del commissariato di polizia, diretti dal vice questore Cesare Castelli.

“Nei giorni scorsi, in Licata, la Polizia di Stato ha deferito in stato di libertà – scrive la Questura di Agrigento – un uomo resosi responsabile della violazione degli obblighi derivanti dalla sottoposizione alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza e delle ulteriori prescrizioni disposte dal Giudice. L’uomo, all’atto di un controllo domiciliare, effettuato da personale del Commissariato, non veniva trovato in casa, violando di fatto la prescrizione imposta dal provvedimento di della misura di prevenzione a cui era sottoposto. La misura della Sorveglianza Speciale, della durata di anni uno e mesi sei, alla quale il licatese era sottoposto sin dal 2018, era stata, nel tempo, più volte interrotta per ripetute violazioni”.

“Inoltre, nella giornata di ieri, il personale del Commissariato di polizia – conclude la Questura – ha notificato ad un licatese una ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Agrigento con la quale l’uomo, quale commutazione della pena emessa da giudice con decreto penale di condanna, viene sottoposto alla misura della libertà controllata con obbligo di presentazione presso il predetto Ufficio di P.S. una volta al giorno”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*