Un’altra notte di fuoco a Licata: bruciano l’auto di un agricoltore ed il portone di un camionista

Vigili del fuoco spengono un incendio di bosco

Condividi

Un’altra notte, quella scorsa, di gran lavoro per i vigili del fuoco ed i carabinieri della compagnia di Licata. Si sono verificati ben due incendi: uno ha riguardato un’auto, l’altro un portone. 

Il primo incendio ha danneggiato gravemente l’Alfa 146 di un agricoltore parcheggiata in via La Perna. Qui i vigili del fuoco ed i carabinieri sono intervenuti pochi minuti prima delle 23 di ieri. Lo spegnimento ha impegnato i pompieri all’incirca per un’ora. Poi sono stati eseguiti i rilievi di rito per scoprire le cause dell’incendio. Al momento vengono tenute in considerazione due piste: rogo doloso o accidentale. 

Il secondo rogo si è sviluppato in via Guido D’Arezzo ed in questo caso non ci sono dubbi sulla natura dolosa delle fiamme. Il fuoco è stato appiccato, infatti, al portone d’ingresso dell’abitazione di un autotrasportatore. Il rogo ha annerito il portone. Anche in questo caso sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia cittadina che hanno eseguito i rilievi di rito ed avviato le indagini, nel tentativo di individuare gli autori di quella che può essere considerata un’intimidazione.

Si tratta del terzo incendio in due giorni. Nella serata di martedì, infatti, una bottiglia incendiaria aveva annerito uno dei muri di ingresso di uno stabilimento balneare di Mollarella. 

Leggi anche: Bottiglia incendiaria lanciata contro uno stabilimento balneare: indagano i carabinieri

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*