Una bimba licatese di 2 anni era stata salvata da tre equipe mediche, ora è tornata a casa

L'autoambulanza del 118

Tre settimane fa tre equipe mediche, degli ospedali di Licata e Taormina e dell’Ismett di Palermo, avevano salvato la vita ad una bimba di Licata, giunta al pronto soccorso del San Giacomo d’Altopasso in preda ad una grave crisi respiratoria.

Dopo i soccorsi, che avevano radunato a Licata le tre equipe specialistiche, la piccola era stata ricoverata all’ospedale di Taormina, in prognosi riservata. Le sue condizioni sono via via migliorate ed ora la bimba sta bene ed è tornata a casa.

Ad annunciarlo, su Facebook, è stato il Centro di Cardiochirurgia Pediatrica di Sicilia.

“Vi ricordate la storia della bambina trasportata d’urgenza – si legge su Facebook – in gravissime condizioni da Licata al CCPM di Taormina? Ora è tornata a casa”.

“Potrebbe benissimo essere il titolo – aggiungono i medici – di una canzone e, invece, è il racconto “vero” di come la vita sia appesa ad un filo in una complessa trama di cui solo Dio ne possiede l’inizio e la fine! Un mosaico perfetto di medici, infermieri, poliziotti, ambulanze, elicotteri…
Ed ancora velocità, caparbietà, buona volontà, professionalità, collaborazione, solidarietà, hanno fatto di questa storia, una bella storia”.

“Un grazie di cuore – si conclude il post del Ccpm – a tutti coloro che hanno contribuito a questo piccolo miracolo. Un abbraccio affettuoso e tanti auguri alla piccola e alla sua famiglia”.

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*