“Un Cuore in Palcoscenico”, da dicembre a marzo la rassegna teatrale organizzata da “Il Dilemma”

Le sorelle Matamè

Il 14 dicembre tornerà a Licata la rassegna “Un Cuore in Palcoscenico” organizzata dalla compagnia “Il Dilemma”.

Complessivamente gli spettacoli sono quattro, tre a cura dell’associazione organizzatrice, ed uno con l’attore professionista Pietro Barbaro in scena, diretto da Antonello Capodici ed insieme al gruppo teatrale “A. Maio” di Messina.

Ecco il programma completo della rassegna:

“Sabato 14 (ore 20,30) e Domenica 15 (ore 19,30) Dicembre 2019 – La compagnia teatrale “Il Dilemma”, in “I Figli su tutti Eguali”, commedia in tre atti – scrivono gli organizzatori – liberamente tratta da “Filumena Marturano” di E. De Filippo. Traduzione in siciliano, adattamento e regia di Angelo Biondi. Sabato 25 (ore 20,30) e Domenica 26 (ore 19,30) Gennaio 2020 – La compagnia “Il Dilemma”, presenta “Le Sorelle Matamè”, da “U Paraninfo” di L. Capuana, tre atti brillanti, liberamente riscritti e diretti da Angelo Biondi. Sabato 22 (ore 20,30) e Domenica 23 (ore 19,30) Febbraio 2020 – ritorna il “Il Dilemma”, con “Le Matamè parte seconda”, due atti brillanti, scritti e diretti da Angelo Biondi. Domenica 22 Marzo 2020 (ore 19,30) – Spettacolo Unico, con Pietro Barbaro e il Gruppo Teatrale “A. Maio” di Messina, in “Voglio la Luna”, per la Regia di Antonello Capodici.

“Riproporre la rassegna “Un cuore in Palcoscenico” – dichiara Luisa Biondi, presidente dell’associazione “Il Dilemma” – è, per me e per tutta la compagnia, un motivo di grande soddisfazione. Regalare ai tanti appassionati di teatro della nostra bella cittadina, quattro serate di emozioni e divertimento è lo scopo di questo nostro sforzo organizzativo. Era un obiettivo – conclude Luisa Biondi – che ci eravamo proposti dopo il recente ritorno alle scene della compagnia, che rinnovata in alcuni elementi non ha comunque perso lo spirito, la qualità e la verve del passato, tanto da risultare vincitrice nell’agosto scorso del “V SiciliaFestival Libero Teatro U.I.L.T.”. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*