Un cartone animato per raccontare la Shoah, splendida lezione per gli studenti della “Marconi”

Cartone sulla Shoah

La “Giornata della Memoria”, nell’istituto comprensivo “Guglielmo Marconi” è durata a lungo. Dopo le attività a scuola, il 27 gennaio, ieri c’è stato un altro momento di grande riflessione per gli studenti.

Nel cinema Fly, i ragazzi hanno assistito alla proiezione di “La stella di Andra e Tati”, primo film d’animazione realizzato in Italia ed in Europa, sulla Shoah, da Larcadarte in co-produzione con Rai Ragazzi e Miur. E’ stata l’occasione per una lezione didattica d’animazione tenuta da Rosalba Vitellaro ed Alessandra Viola, rispettivamente regista e sceneggiatrice del cartone animato.

Docenti referenti del progetto sono state Lavinia Filì ed Annamaria Milano.

“Hanno partecipato attivamente – scrive la scuola – gli studenti delle prime e seconde classi del nostro istituto di scuola media Marconi&plessoQuasimodo, i quali, già lunedì 27 gennaio 2020, in occasione della “Giornata della Memoria”, hanno svolto in classe una intensa e significativa attività didattica documentata e sperimentata, guidati dai rispettivi docenti e secondo quanto indicato dall’elenco delle iniziative proposte dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Un’esperienza didattica emozionante, fatta di sguardi pieni di tenerezza e di lacrime cariche di speranza”.

“La stella di Andra e Tati” è il cartone animato – si legge ancora nella nota – di valenza mondiale, per le infinite chiavi di lettura che offre ai nostri studenti e alle future generazioni. La presenza, in sala cinema, della regista Rosalba Vitellaro e dell’autrice del soggetto e sceneggiatrice Alessandra Viola è vitale, assolutamente indispensabile per guidare la trasposizione di ogni sequenza e scena. La scelta stilistica del genere e la cifra del linguaggio del cartone animato hanno permesso di esprimere con estrema delicatezza e sotteso dolore, la deportazione vissuta dalle sorelle Andra e Tati Bucci e del loro cuginetto Sergio (morto nel campo di concentramento)”.

“Questo cartone animato è bellezza – conclude la “Marconi” – perché riconsegna alla memoria di un popolo, quello Ebreo, la dignità, ingiustamente ed immotivatamente strappata, rubata. Il lavoro di interazione didattica tra le due menti creatrici, Rosalba e Alessandra ha entusiasmato, incuriosito e appassionato gli studenti, che hanno intavolato un interessante e vivace scambio di idee ed opinioni, soprattutto grazie alle attività svolte il 27 gennaio 2020 con i docenti, nelle classi. Grazie a Fly Cinema per averci messo a disposizione gratuitamente la sala, ai genitori, ai docenti ed a tutto lo staff dirigenziale”.

(Foto Annamaria Milano)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*