Turismo, il sindaco: “Prospettive molto rosee”

Il sindaco Angelo Cambiano

Condividi

Il sindaco Angelo Cambiano interviene sullo sviluppo turistico di Licata, illustrando in che modo sta operando l’amministrazione comunale.

“L’intento di questa amministrazione – si legge in un documento – è quello di affiancare gli attori privati locali e territoriali per la definizione di rapporti sinergici tra tutti i fattori coinvolti, perché si ritiene che oggi più che mai, gli attori pubblici devono svolgere responsabilmente un ruolo attivo nel processo di promozione e gestione del territorio”. “Su questa linea di interventi – aggiunge il primo cittadino – si pongono le interlocuzioni tra questa Amministrazione, le strutture ricettive di Licata, e la Thomas Cook, un colosso nel settore e uno dei gruppi leader nel mondo per il settore turistico, che ha deciso di spostare l’attenzione dei flussi turistici verso la costa europea del Mediterraneo. E, la Thomas Cook che nel World Travel Market (Borsa del Turismo Internazionale) di Londra, per quanto riguarda la Sicilia, ha rivolto il focus principale all’apertura della nuova destinazione “Sicilia Sud Orientale” con l’utilizzo dell’aeroporto di Comiso, dove, da Aprile ad Ottobre, atterrerà con propri voli, ha inserito nel proprio portfolio molte strutture ricettive che abbracciano la fascia da Siracusa a Licata. Questa opportunità sarà sfruttata dalle 20 strutture dell’Associazione B&B e affini di Licata, B&B e Case Vacanze, ed il calendario che è già stato predisposto va da Aprile ad Ottobre e prevede la promozione sia delle zone del centro storico “Licata Centro Storico”, che della zone costiere “Licata Mare””. “I voli che arriveranno su Comiso, per un totale di 10 a settimana, proverranno da Germania, Olanda, UK, Polonia, Belgio, Francia. L’area di Licata è stata assegnata a 4 mercati molto importanti: Germania, Belgio, Olanda, Polonia con le strutture ricettive Eden Sikania, Falconara Charming, Serenuse Village, del gruppo Bluserena, e contrattualizzati circa 300 letti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*