Trent’anni fa la mafia uccideva il giudice Livatino, il Comune di Licata gli dedica un giardino

Lunedì prossimo, 28 settembre, alle 11, l’area a verde di via Giovanni Falcone, nei pressi dello stadio “Calogero Saporito” di Licata, sarà intitolata al giudice Rosario Livatino, in occasione del trentesimo anniversario della scomparsa.

La decisione è del sindaco Giuseppe Galanti, su proposta dell’assessore alle Politiche per la Legalità, Violetta Callea.

“La villetta – spiega l’assessore Callea, – si trova in una zona di recente espansione, la cui toponomastica è stata dedicata alla memoria di  diverse vittime della mafia, eroi del nostro tempo  che, pur sapendo di essere un bersaglio ambulante, non hanno mai minimamente pensato di tirarsi indietro. Ed è per questi motivi che l’amministrazione comunale, in occasione del trentesimo anniversario dell’omicidio, ha voluto dedicare uno spazio verde, luogo di ritrovo per bambini e giovani alla memoria di Rosario Livatino, quale uomo esemplare e figura degna dei massimi onori e riconoscimenti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*