Tradizione rivisitata, il pizzaiolo licatese Gianluca Graci ha inventato il “Muffulettu arrotolato”

Gianluca Graci

La tradizione rivisitata. Il pizzaiolo licatese Gianluca Graci ha inventato il “Muffulettu arrotolato”.

Così, nella rivisitazione di Graci, titolare de La Fauzzeria, il muffuletto non è più una pagnotta, ma cambiando la forma non cambia la sostanza.

“Il panino è sostituito – si legge in una nota – da un impasto base pizza realizzato attraverso un mix di grani antichi e non: ne fanno parte le farine Senatore Cappelli, Perciasacchi e Tumminia, alle quali si aggiunge una percentuale di grano tenero e di grano arso, quest’ultimo ricavato dalla tostatura del frumento duro che viene ridotta in polvere. Alle farine Graci aggiunge i semi di anice, i semi di finocchietto e il pepe nero così come tradizione vuole; la lievitazione avviene per 72 ore, il che contribuisce a rendere soffice e maggiormente digeribile l’impasto. Una volta trascorse le ore necessarie lo stesso viene steso e viene svolta una precottura di 30 secondi in forno, successivamente viene condito con filetti di tonno all’olio di oliva, acciughe salate, Ragusano Dop, olive nere e fior di latte, viene arrotolato e spennellato nella parte superiore con dell’olio extravergine di oliva, infine si rimette in forno per completarne la cottura. Il risultato finale prende il nome di “Muffuletto Arrotolato” proprio per la nuova forma che assume”.

“Quello che volevo ottenere da questa mia rivisitazione– commenta il pizzaiolo Gianluca Graci – era un prodotto che mantenesse i legami con il passato ma che fornisse una veste diversa a questo prodotto tipico licatese e soprattutto si basasse su un impasto speciale realizzato con grani antichi siciliani, al fine di rendere ulteriormente omaggio alla mia Terra”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*