Tirocini per i ragazzi retribuiti dalla Regione, prende il via “Garanzia Giovani II Fase”

Studenti alla maturità

Cna Agrigento ha annunciato che “è tutto pronto per l’avvio di “Garanzia Giovani II Fase”: il Programma Europeo diretto a favorire l’occupazione giovanile. Tra gli interventi previsti figura la “Misura 5” che riguarda i tirocini extracurriculari, attraverso i quali verranno attivati dei percorsi formativi per un periodo di 6 mesi (12 per i diversamente abili e persone svantaggiate) a contatto diretto con il mondo del lavoro, al fine di favorire l’inserimento o il reinserimento nel tessuto produttivo di giovani disoccupati e non”.

“La “Misura 5” si rivolge – aggiunge Cna Agrigento – a due bacini di giovani: NEET che devono avere un’età compresa tra i 18 e 29 anni al momento della registrazione al portale, essere disoccupati, non frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari), non essere inseriti in alcun corso di formazione compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio della professione o per il mantenimento dell’iscrizione ad un Albo o Ordine professionale e non essere inseriti in percorsi di tirocinio curriculare e/o extracurriculare in quanto misura formativa; NON NEET che devono avere unetà compresa tra i 18 e i 35 anni non compiuti”.  

“Già dal 5 agosto – si legge ancora nel comunicato stampa – è possibile aderire al Programma “Garanzia Giovani II Fase”.  E’ necessario registrarsi al portale SILAV Sicilia compilando il form di registrazione. La sede CNA Provinciale di Agrigento, in via Piersanti Mattarella, 317, e le Sedi Territoriali di Sciacca, Raffadali, Casteltermini, Menfi, Ribera, Licata, Canicattì e Realmonte sono a disposizione per seguire e accompagnare i giovani nella procedura, già in questa prima fase, e nel contempo raccoglieranno le adesioni delle aziende che vorranno usufruire di questa grande opportunità per accogliere nelle loro strutture i tirocinanti. La CNA, tramite le proprie Apl, è accreditato come Ente promotore, al quale viene affidato il compito del matching, cioè di favorire l’incontro tra i giovani e le imprese, presso cui svolgere il tirocinio, retribuito con fondi pubblici. La soglia massima dell’indennità mensile corrisposta al tirocinante è pari a € 300,00 oppure a € 500,00 per i tirocini svolti da soggetti disabili e da persone svantaggiate”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*