Stop ai rifiuti al porto pescherecci di Marianello, il Comune stamani ha bonificato l’area

Poco più di un mese fa l’Ufficio Circondariale Marittimo di Licata aveva sequestrata un’area, vasta ben 500 metri quadrati, del porto pescherecci di Marianello, che era stata letteralmente trasformata in discarica abusiva. C’era, praticamente, di tutto: reti, olii esausti, cassette di polistirolo, cime, elettrodomestici abbandonati e altro.

Oggi il Comune ha bonificato completamente l’area in questione, eliminando tutti i rifiuti del porto pescherecci.

A coordinare l’intervento, sul posto, è stato il vice sindaco Antonio Montana.

“Avevamo preso l’impegno di bonificare la discarica abusiva – sono le parole di Montana – e lo abbiamo mantenuto. Tecnici e operai di Licata Ambiente, con la direzione del Dec Antonino Napoli e la collaborazione dell’ispettore di cantiere Giuseppe Gueli, hanno lavorato per tutta la mattinata per portar via i rifiuti di ogni genere. Sul posto, ovviamente, c’erano i militari della Guardia Costiera, che avevano sequestrato l’area, che hanno monitorato l’intervento. A breve ripuliremo dai rifiuti anche le altre parti del porto, non oggetto di sequestro, ma vogliamo rivolgere un appello a tutti i fruitori del porto pescherecci, affinchè si adoperino per tenere pulite le banchine. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pino Galanti rimane a disposizione, pronta a collaborare come sempre, per mantenere pulita l’area”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*