Sono terminati gli esami di maturità, al liceo “Vincenzo Linares” i “bravissimi” sono 13

Il liceo Linares

Sono ben 13 i “bravissimi” del liceo “Vincenzo Linares” di Licata, 11 di loro hanno ottenuto 100 agli esami di maturità, due 100 e lode.

Ecco tutti i nomi, comunicati dalla scuola.

Ad ottenere il massimo dei voti, 100 e lode, sono stati Emanuela Todaro della quinta C classico e Mauro Ritrovato della quinta A scientifico.

Ecco gli undici ragazzi che hanno conseguito la maturità con 100: Mario Cipriano della quinta C scientifico, Olga Malfitano della quinta B classico, Vittoria Patti della quinta B classico, Giuseppe Insalaco della quinta A classico, Martina Casa della quinta A scienze umane, Chiara Pausata della quinta B scienze umane, Roberto Greco della quinta B scientifico, Emanuela La Rocca della quinta B scientifico, Antea Carubia della quinta A scientifico, Elisabetta Ferraro della quinta A scientifico, Francesco Piccionello della quinta A scientifico.

Gli studenti che hanno sostenuto gli esami di maturità al “Linares” sono stati, complessivamente, 133 e tutti gli hanno superati. Quattro le commissioni al lavoro, una ogni due classi.

“Mi congratulo con gli studenti – è il commento della preside Rosetta Greco -. Sono soddisfatta ed orgogliosa: ben 11 candidati hanno conseguito il massimo dei voti, e due hanno ottenuto la lode per l’eccellenza delle prove d’esame e del percorso scolastico negli ultimi tre anni. Spero davvero che la scuola – abbia dato ai neo diplomati tutto ciò che sarà necessario per affacciarsi al futuro e trasformare i sogni in una consapevole progettualità. Auguro loro – conclude il dirigente scolastico -un avvenire ricco di successi, sia che proseguano negli studi sia che si inseriscano nel mondo del lavoro, e raccomando di non scordare mai che l’impegno e la diligenza costanti sono strumenti preziosi per il raggiungimento dei propri obiettivi e per la costruzione di una società migliore. Con questi risultati ragguardevoli il liceo “Vincenzo Linares” dimostra di essere una scuola ben radicata e consolidata nel territorio, attenta alla formazione della persona e del cittadino e sempre pronta ad affrontare le sfide della modernità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*