“Soffriamo di ansia, stiamo prendendo aria”: maxi multa per due giovani di Licata a spasso di notte

Volante della polizia

“Stiamo facendo una passeggiata all’aria aperta, soffriamo di asma”.

E’ così che due giovani di Licata, la notte scorsa, hanno provato a giustificarsi con i poliziotti del commissariato che li hanno fermato mentre erano in giro per le vie del centro, ben oltre l’orario stabilito dal coprifuoco.

L’intervento è stato eseguito dagli agenti delle Volanti, coordinati dal vice questore Cesare Castelli.

“Continua l’impegno della Questura di Agrigento – si legge in un comunicato stampa – nell’espletamento di servizi predisposti dal questore Rosa Maria Iraci, volti al rispetto della vigente normativa in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

“Nel corso di tali controlli – aggiunge la Questura – gli uomini della Polizia di Stato a Licata, nella decorsa notte, fermavano due giovani ventenni in giro per il centro urbano che al momento tentavano di giustificare la loro presenza fuori dall’abitazione in orario non consentito dalle norme anticovid con la “necessità di fare una passeggiata poiché sofferenti di stati d’ansia”. Gli agenti verificato che detta giustificazione non era suffragata da idonea documentazione medica, irrogavano ai due giovani la sanzione amministrativa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*