Scuole chiuse fino al 16 gennaio, ecco cosa prevede (punto per punto) l’ordinanza del sindaco

Pino Galanti

Scuole chiuse almeno fino al 16 gennaio. Lo ha deciso questa sera il sindaco di Licata, Pino Galanti, di fatto uniformandosi alla scelta fatta da gran parte dei sindaci siciliani, che hanno manifestato una fortissima preoccupazione per l’avanzata dei contagi, e perciò non hanno accettato la decisione del governo isolano di riaprire le scuole domani.

Ecco, nel dettaglio, cosa prevede l’ordinanza firmata in serata dal sindaco Pino Galanti.

Il primo cittadino ha disposto la “sospensione dell’attività didattica del sistema integrato di istruzione ed educazione fino al 16 gennaio 2022”.

Ciò tenuto conto del fatto che “in questo momento – si legge nell’ordinanza sindacale – i soggetti più esposti al contagio sono i minori in età scolare per i quali la campagna vaccinale è solo all’inizio e pertanto necessita tutelarli considerata anche l’alta contagiosità della variante Omicron del Covid-Sars 2 e la conseguente ulteriore diffusione che comporterebbe all’interno di interi nuclei familiari”.

Viene fatto rilevare, inoltre, che “negli ultimi giorni si è riscontrato un preoccupante ed esponenziale incremento del dato epidemiologico da Covid-19 nel territorio comunale, in particolare con focolai registrati tra i bambini e i giovani di età scolare” e che “l’elevata quantità di positivi tra gli alunni, unita al fatto che la variante “Omicron” sia poco sintomatica, potrebbe portare a fare rientrare all’interno delle classi soggetti potenzialmente positivi”.

Con riferimento alla Dad, Galanti ha stabilito che “viene demandato ai dirigenti scolastici di stabilire le condizioni e le modalità per l’applicazione della didattica digitale integrata”.

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*