Sant’Angelo, le reliquie del Patrono di Licata esposte nel santuario fino alla fine dell’anno

Reliquie di Sant'Angelo

Fino alla fine dell’anno sarà possibile fermarsi in preghiera davanti alla cappella che si trova in fondo alla navata sinistra del santuario di Sant’Angelo. All’interno ci sono, da due giorni, le reliquie di Sant’Angelo, patrono di Licata, tornate a casa dopo la Peregrinatio.

E’ stato il sindaco Pino Galanti, con un post sulla sua pagina Facebook, ad annunciare che le reliquie rimarranno esposte fino al 31 dicembre 2020.

“Ringraziamo i Padri Carmelitani, con in testa Padre Roberto Toni, priore provinciale della Provincia Italiana dei Carmelitani, per l’opportunità – scrive il sindaco – garantita ai tantissimi devoti di Sant’Angelo di poter fermarsi per qualche attimo in preghiera davanti alle reliquie”.

“Gli ultimi giorni – ha aggiunto il primo cittadino – sono stati straordinari. Insieme a componenti la giunta, a consiglieri comunali ed all’esperto per il Giubileo Ivan Marchese, prima abbiamo partecipato all’Ora Media nella Cattedrale di Agrigento, presieduta dall’Arcivescovo Metropolita Cardinale Francesco Montenegro, che ha dato inizio alla Peregrinatio delle reliquie di Sant’Angelo, e poi le ha abbiamo accolte all’arrivo a Licata. Ieri sera la partecipazione a “Missione e Martirio di Sant’Angelo, patrono di Licata”, la rappresentazione del libro di Vincenzo Scuderi che ha commosso quanti hanno assistito”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*