Sant’Angelo: Comune, Chiesa e Carmelitani pronti al dialogo. A breve Qui Licata TG speciale

Confronto su Sant'Angelo

Doveva essere un conferenza stampa, ma si è trasformato in un confronto serrato tra le parti.

Da una parte l’amministrazione comunale di Licata, con il sindaco Pino Galanti che ha convocato i giornalisti per illustrare le iniziative intraprese per “difendere Sant’Angelo”. Accanto a lui l’esperto del sindaco per ciò che riguarda il Patrono, Ivan Marchese, e gli storici Francesco La Perna e Calogero Lo Greco.

Dall’altra parte Giuseppe Pontillo, direttore dell’ufficio “Beni culturali, arte sacra ed edilizia di culto” della curia Arcivescovile di Agrigento, e padre Roberto Toni O. Carm, Priore della Provincia Italiana dell’Ordine Carmelitano.

Il Comune, con il sindaco e gli esperti, ha ribadito “il patronato sulla chiesa di Sant’Angelo e la proprietà dell’Urna di Sant’Angelo e di ciò che contiene”. Gli storici La Perna e Lo Greco, introdotti da Marchese, hanno mostrato la relazione storica che hanno redatto, che contiene i documenti, anche molto antichi, che testimonierebbero la proprietà dell’ente.

Il sindaco Galanti, dal canto suo, ha espresso il “rammarico avere trovato un muro alle continue richieste di dialogo sulla materia che riguarda Sant’Angelo”.

Padre Pontillo ha contestato la tesi del Comune.

Il confronto, durato oltre due ore, però si è concluso con una reciproca disponibilità, da ambo le parti, al confronto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*