Sabato la manifestazione contro le trivelle, il sindacato degli stabilimenti balneari: “Ci saremo”

Il logo dei No Triv

Si susseguono le adesioni alla manifestazione di sabato 12 gennaio, quando Licata scenderà in piazza per dire no alle trivellazioni in mare.

Oggi ad annunciare che ci saranno anche loro, sono stati il Comitato Balneari di Licata ed il Sib Confommercio di Agrigento.

“Invitiamo tutti – si legge in una nota diffusa dalle due organizzazioni – a partecipare per dare forza a questa battaglia di civiltà a salvaguardia dell’ambiente marino e del paesaggio costiero. Il Sib provinciale di Agrigento, ha già presentato, nei mesi scorsi, una denuncia alla Commissione Europea per infrazione dello Stato Italiano ai trattati EU, contro la decisione del governo Italiano di autorizzare l’Eni alla trivellazione dei pozzi di gas nel mare di Licata”.

“La denuncia ha evidenziato – aggiunge il sindacato dei titolari di stabilimenti balneari – che gli studi di impatto ambientale presentati dall’Eni, mancavano di tutta una serie di adempimenti indispensabili al rilascio della Via. Fra cui i rilevanti effetti negativi del progetto sull’ambiente, con particolare riferimento alla popolazione, alla fauna e alla flora, al suolo, all’acqua, all’aria, ai fattori climatici, ai beni materiali, compreso il patrimonio architettonico e archeologico, al paesaggio e all’interazione tra questi vari fattori”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*