Rifiuti, il Movimento 5 Stelle: “L’emergenza continua e non si applica lo sgravio della Tari”

Movimento Cinque Stelle

“La città continua a vivere una drammatica situazione, annegando nei rifiuti. Una situazione diventata intollerabile per i cittadini licatesi. L’immondizia continua ad essere raccolta a giorni alterni; non è stato colto il nostro suggerimento di applicare l’articolo 23, previsto da regolamento comunale, che permette di sgravare i cittadini dal pagamento della Tari per i giorni di servizio non reso e la Tari per il 2018 vede registrare un aumento del 40% per un servizio non reso”.

A scriverlo è Melania D’Orsi, consigliera comunale del Movimento Cinque Stelle di Licata.

“Una scelta scellerata – aggiunge D’Orsi – quella di voler esternalizzare il servizio della gestione dei rifiuti. La gestione dei rifiuti in house avrebbe potuto permettere al Comune di Licata di risparmiare circa 900.000 euro l’anno. Si attende da mesi la firma del contratto che non arriva. Ed inoltre il ricorso presentato dalla precedente amministrazione è stato ritirato dall’attuale amministrazione comunale”.

“Tale ricorso contestava – conclude Melania D’Orsi – ipotesi di illegittimità sulla procedura con cui l’Srr decise di scegliere la modalità del servizio, in quanto la scelta deliberata dagli enti in sede di affidamento del servizio, nonché l’Srr, non fu supportata dalla relazione ex articolo34 L.n. 221 del 17/12/12 obbligatoria per legge prima di decidere l’house o l’esternalizzazione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*