Regolarizzare il pagamento dei tributi, nuovo servizio del Comune per ottenere le informazioni

La tassa sui rifiuti

Il Comune mette a disposizione dei contribuenti un numero di telefono per “regolarizzare il pagamento dei tributi ed ottenere tutte le informazioni del caso”.

Lo ha noto il sindaco Pino Galanti.

“Il Comune – scrive il sindaco – sta attuando la lotta contro l’evasione dei tributi locali al fine di attuare l’Equità Fiscale tra tutti i contribuenti. Sono stati emessi numerosi atti di accertamento ad altrettanti cittadini che potranno avere informazioni ed eventuale revisione dell’avviso presso l’Ufficio Tributi. Per regolare l’afflusso agli uffici è necessaria la prenotazione dell’appuntamento che deve essere fatta online. E’ pertanto inutile recarsi all’Ufficio senza la prescritta prenotazione. E’ attivo inoltre il servizio Comune Risponde che consente l’esame della pratica per via telefonica comodamente da casa”.

“Per prenotare l’appuntamento con l’Ufficio Tributi – aggiunge il Comune – si potrà procedere in autonomia con metodologia on-line seguendo le istruzioni presenti sull’avviso di accertamento, o recandosi presso l’Urp, sito in Piazza Matteotti, edificio biblioteca comunale, dove sarà un operatore ad effettuare la prenotazione. E’ inoltre possibile avere assistenza tramite il servizio “Comune risponde”, seguendo le istruzioni riportate nell’avviso e nel sito www.comunerisponde.it. Se il cittadino è nelle condizioni di soddisfare i requisiti previsti dal servizio, potrà telefonare al numero 011.19821241 e sarà richiamato da un operatore nel giorno e nell’orario prescelto”.

“I commercialisti – aggiunge l’ente – potranno usare anche questo canale per la definizione delle pratiche dei loro clienti. L’Ufficio precisa che gli F 24 allegati agli avvisi della Tasi 2014 presentano un errore nel codice tributo della prima riga che dovrebbe essere 3958 e non 3858 come erroneamente riportato. Infine si fa presente che per pagare correttamente ed in autonomia questi F24, sarà possibile scegliere uno dei seguenti modi:

  1. pagare con carta di credito senza alcuna commissione per come descritto nel retro dell’F24;
  2. raggiungere il sito www.f24pay.it digitare il codice alfanumerico riportato nel modulo F24

accanto al QR Codice, fare invia codice e poi scarica F”$;

  1. pagare con il proprio Home Banging correggendo l’errore;

 

  1. oppure

 

  1. con l’F24 ricevuto recarsi all’URP dove verrà ristampato dagli operatori comunali;

5- chiedere all’operatore postale o bancario di correggere l’errore del codice tributo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*