“Regolare la vendita del pesce e far decollare la refezione”, i 5 Stelle interrogano il sindaco

Movimento Cinque Stelle

Regolamentazione della vendita di prodotti ittici e refezione scolastica sono i temi di due interrogazioni che i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle hanno presentato al sindaco Giuseppe Galanti. Le interrogazioni portano le firme di Melania D’Orsi, Vincenzo Carità e Jenna Ortega.

“Quali iniziative sono state poste in essere – si legge nella prima interrogazione – o quali attività si intendono intraprendere per regolamentare e mettere ordine alla vendita dei prodotti ittici. Cosa si intende fare con la struttura posta all’interno del porto pescherecci che doveva essere destinata a mercato ittico? Cosa si intende fare per tutelare chi onestamente e correttamente rispetta regole e normative relativamente alla vendita del pescato?”.

“Suggeriamo – concludono i pentastellati – di indire apposita conferenza di servizi alla presenza del comandante dell’ufficio circondariale marittimo per affrontare le tante problematiche del settore, ivi compresa la regolamentazione degli accessi nell’area portuale”.

La seconda interrogazione riguarda la refezione scolastica.

“Considerato il silenzio da parte dell’amministrazione comunale, è doveroso da parte nostra, tornare ad intervenire – scrivono i tre consiglieri comunali – su un argomento che riguarda centinaia di famiglie oltre che il corpo docente degli istituti scolastici cittadini: Refezione scolastica o mensa scolastica. Mancano circa 4 mesi alla fine dell’anno scolastico. Trattasi di un fondamentale servizio, necessario per garantire ai nostri bimbi il “tempo pieno”, che da anni “veniva” garantito dal Comune di Licata. Sottolineiamo nuovamente che la partecipazione al costo del servizio è prevista dalla normativa vigente in materia di erogazione dei servizi a domanda individuale a favore dei cittadini, dunque la compartecipazione alle spese da parte delle famiglie non impegna grandi risorse del Comune di Licata. Abbiamo la sensazione che questa amministrazione viva di annunci… e di collaboratori politici, lontana dalla realtà e dalle esigenze dei cittadini”.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*