Reddito di cittadinanza, oggi le prime visite per chi lo percepisce e lavorerà per il Comune

Comune illuminato di rosso

La legge, varata di recente, lo dice chiaramente: coloro i quali percepiscono il reddito di cittadinanza in Italia, devono lavorare, sia pure per sole 8 ore a settimana, svolgendo delle attività sociali.

Il Comune di Licata, ovviamente, non fa eccezione. Così, a partire dalla prossima settimana, i 150 percettori del reddito cittadinanza residenti a Licata, inizieranno a prestare la loro opera per l’ente, e di conseguenza per la comunità intera.

Oggi, a cura del Distretto socio sanitario D5, che comprende i Comuni di Licata e Palma di Montechiaro, alle 15.30 nei locali di via Panepinto, inizieranno le visite mediche per i primi 25 percettori. Via via toccherà a tutti gli altri.

Ad annunciarlo sono stati il sindaco Pino Galanti e l’assessore ai Servizi Sociali Calogero Scrimali.

I progetti varati dal Distretto, i cosiddetti Puc, sono quattro e chi percepisce il reddito di cittadinanza sarà chiamato ad operare presso l’ente nella pulizia dei locali, a collaborare per l’archiviazione informatica degli atti, ma anche in attività di diserbo, pulizia delle aree urbane ed extraurbane e nei siti demaniali.

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*