“Quelle slot machine non sono collegate alla rete Adm”. A Licata una multa da 5 milioni e mezzo

Videopoker

Multa da cinque milioni e mezzo di euro per due esercizi pubblici di Licata dove, secondo l’accusa, c’erano delle slot machine non collegate alla rete  telematica di Adm.

A elevare la multa sono stati i funzionari delle Dogane e la polizia di Licata, al termine di un controllo.

Secondo l’accusa i titolari dei due esercizi pubblici avrebbero violato le norme tributare sul prelievo erariale unico dovuto sulle giocate effettuate. I funzionari dell’Adm contestano un’evasione complessiva di 2.288.550 euro, perciò hanno applicato la multa di 5.492,490 euro, pari al 240 per cento dell’imposta evasa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*