“Pescavano di frodo oloturie nel porto di Licata”, maxi sanzione della Finanza per 3 palermitani

Guardia di finanza

Tre pescatori palermitani sono stati sorpresi dalla sezione navale della guardia di finanza di Licata,  mentre pescavano oloturie all’interno del porto.

I tre sono stati identificati e multati.

Quando i finanzieri li hanno bloccati, i tre avevano già pescato ben 80 chilogrammi di oloturie, una specie marina protetta dal ministero delle Politiche Agricole.

I pescatori di frodo utilizzavano degli autorespiratori ed un barchino d’appoggio.

“L’azione di servizio – scrive la guardia di finanza – che ha consentito di segnalare alla competente autorità giudiziaria i responsabili e sequestrare il prodotto e tutta l’attrezzatura utilizzata, sottolinea il costante impegno della Guardia di finanza a tutela dei consumatori e della legalità anche rispetto alla tutela dell’ambiente marino, costantemente devastato dai pescatori abusivi e senza scrupoli”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*