Palma candidata a “Capitale della Cultura Italiana 2021”, siglato protocollo d’intesa con Licata

Piazza Santa Rosalia

Se Palma di Montechiaro fosse proclamata Capitale Italiana della Cultura per il 2021, le ricadute per Licata sarebbero innegabili. Per questa ragione il sindaco di Licata, Pino Galanti, e quello di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, hanno siglato un protocollo di intesa.

Delle due delegazioni hanno fatto parte, oltre ai sindaci, l’assessore comunale alla Cultura di Licata Violetta Callea e, per Palma, palmese Marilena Vaccaro, Angela Rinollo e Alfonso di Vincenzo, componenti il gruppo di lavoro.

“Le due città, che condividono un legame territoriale e storico, hanno improntato il protocollo sullo sviluppo delle potenzialità culturali – si legge in una nota – e ambientali di ciascun territorio attraverso l’adozione di un progetto coordinato di valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale e turistico e paesaggistico, dei beni, delle tradizioni e delle attività di ciascun Comune. 

“Abbiamo stabilito – è il commento di Castellino – una stretta collaborazione anche per quanto riguarda alcuni eventi che Palma di Montechiaro inserirà all’interno del dossier di candidatura e che saranno mantenuti negli anni a venire. Un’intesa importante questa tra Palma e Licata, che segna la volontà di crescita e condivisione di due sindaci che operano per il bene e per il futuro delle proprie comunità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*