Palasport chiuso ed ora manca la palestra, dopo 40 anni la Guidotto dice addio allo sport

Polisportiva Guidotto

“Oggi è arrivata la comunicazione da parte della scuola che ha revocato il permesso dell’uso della palestra. Per noi significa chiudere”.

Poche righe, quelle che la Polisportiva Guidotto scrive, per annunciare lo stop all’attività che dura da 40 anni, e che ora non può più proseguire perché gli atleti licatesi di pallamano sono rimasti senza la palestra ed il palazzetto dello sport è chiuso da tre anni.

“Le linee guida non parlano chiaro – scrive la Guidotto – oggi si dice una cosa, domani è tutto il contrario e giustamente i presidi non vogliono assumersi responsabilità penali. Il palazzetto è chiuso da tre anni, ancora non si capisce la vera ragione”.

Quella della Guidotto, che ora rischia di terminare, è una storia iniziata ben 40 anni fa.

“Quaranta anni fa, insieme ad un gruppo di amici, abbiamo deciso di aprire una società sportiva – aggiunge la Guidotto – al servizio del territorio, dove tutto era gratis, fare sport per tutti. Da allora abbiamo calcato i campi di tutt’Italia, abbiamo sofferto, sudato, riso, portato in alto il nome della nostra cittadina, abbiamo vinto uno scudetto Allieve e dato a società maggiori i nostri talenti locali, ragazze cresciute nei nostri vivai. Abbiamo fatto 7 anni di A1 massima serie, riempito il palazzetto e fino a 2 anni fa A2, campionato al quale oggi siamo stati costretti a rinunciare pur avendo in casa tanti bei talenti. Abbiamo navigato con enormi sacrifici e abbiamo ricevuto tante bellissime emozioni. Ma soprattutto abbiamo sempre avuto un grosso vivaio di atleti in erba. Oggi tutto questo è finito. Il Coronavirus è un nemico invisibile, è difficile ma non impossibile combatterlo. I nostri politici sono persone fisiche li vedi, ci parli ma….”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*