Operaio licatese nel mirino per la seconda volta in una settimana, colpi di pistola contro la casa

Carabinieri Licata

Per la seconda volta nel giro di una settimana, un operaio di 45 anni di Licata ha subito un’intimidazione.

Qualcuno, nel corso della notte tra giovedì e venerdì, ha esploso due colpi di pistola contro l’abitazione dell’uomo. Identico episodio si era verificato una settimana prima, quando alcuni proiettili erano stati sparati contro il balcone della casa dell’operaio licatese.

Fatti gravissimi, sui quali indagano i carabinieri della compagnia cittadina che, a più riprese, hanno sentito la vittima delle intimidazioni, per sapere da lui se nutre dei sospetti. Se ha avuto dei contrasti con qualcuno, per capire insomma se pensa di sapere chi è l’autore di questi due, gravissimi, episodi.

Nessuna pista viene esclusa dagli inquirenti, i quali stanno verificando se nella zona in cui si sono registrate le intimidazioni, sono presenti delle telecamere di sorveglianza che possano aver registrato tutto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*