Omotransfobia, la Chiesa Cattolica Ecumenica di Cristo: “Sosteniamo la legge contro la violenza”

Arcivescovo Agostino Cantavenera

La Chiesa Cattolica Ecumenica di Cristo scende in campo contro l’omotransfobia.

“Affermiamo con forte decisione – scrive in un comunicato stampa l’arcivescovo Agostino De Caro – il nostro distanziamento nei confronti di certe logiche di potere le quali, per timore che le proprie ideologie possano essere passibili di sanzione, esercitano una ingiustificabile ingerenza, cercando di condizionare le scelte che lo Stato italiano è intenzionato ad attuare, sotto forma di legge, per garantire e tutelare ogni cittadino, così come previsto dalla Costituzione della Repubblica Italiana.

“Schierarsi a sfavore o, addirittura, contro ad una possibile legge che tuteli le persone dalla gratuita violenza, dal sopruso e dalla discriminazione sociale, lavorativa e religiosa, non significa soltanto andare – aggiunge De Caro – contro i diritti inalienabili della persona, sanciti dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, ma anche andare contro la legge evangelica dell’amore verso il prossimo, comandamento supremo lasciatoci da nostro Signore Gesù Cristo, “magna charta” del cristiano e vero discepolo del Signore”.

“Come realtà impegnata – si conclude la nota – nella lotta per i diritti della persona, soprattutto “delle vedove, degli orfani e degli ultimi” del nostro tempo, la Chiesa Cattolica Ecumenica di Cristo, fedele all’insegnamento dato da Gesù ai suoi discepoli, di amarci gli uni gli altri come Egli ha amato ciascuno di noi (cfr. Gv. 15, 12), crede che la Chiesa, come Corpo mistico di Cristo, assemblea dei figli di Dio, debba schierarsi sempre a favore dei diritti di coloro ai quali è negata la libertà di espressione e di realizzazione di se stessi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*