Oggi si ricorda Borsellino, commozione tra gli studenti licatesi che avevano omaggiato Falcone

Giornata della memoria

Nel giorno in cui si ricorda Paolo Borsellino, e la strage di via D’Amelio, ci piace ricordare quanto due classi dell’istituto comprensivo “Guglielmo Marconi” hanno fatto di recente, lo scorso 23 maggio, quando è stato commemorato Giovanni Falcone.

Si tratta della quarta C della primaria e della prima A della secondaria. I bambini, guidati dalle insegnanti, sono stati a Capaci per partecipare alla “Giornata della memoria”.

“Partecipare a tale evento ha previsto – dice Enza Fichera, docente degli alunni della quarta C – un percorso di preparazione e riflessione molto profondo, e farlo con ragazzini così giovani è stata una sfida che i docenti hanno raccolto con coraggio”.

Pochi giorni prima, tra l’altro, Tina Montinaro, vedova del caposcorta di Falcone, aveva incontrato i piccoli studenti a scuola e si era confrontata con loro.

Al “Giardino della Memoria” gli studenti licatesi hanno interpretato una piece su Falcone e Borsellino e poi sono stati scelti per scortare la “Quarto Savona 15” fino alla caserma Pietro Lungaro.

“Trovarsi lì, ascoltare i parenti delle vittime della mafia, le personalità e gli attori che si sono avvicendati – conclude Enza Fichera – e che con la loro voce hanno dato vita alle emozioni di tutti, è stato surreale. I ragazzini non dimenticheranno mai, anzi saranno portatori di speranza tra i loro pari”.

(Foto Enza Fichera)

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*