Nubifragio del 19 novembre, in corso il sopralluogo del dipartimento nazionale della Protezione Civile

La via Mogadiscio allagata

Iniziato nelle prime ore del mattino di oggi, non è stato ancora ultimato il sopralluogo dei dirigenti del dipartimento nazionale della Protezione Civile a Licata.

Guidata dall’ingegnere Vitale, la delegazione sta monitorando le zone dove maggiori sono stati i danni provocati dal nubifragio dello scorso 19 di novembre: dunque il centro storico, la villa comunale “Regina Elena”, le piazze Duomo e Mogadiscio, i quartieri Playa e Fondachello, ma anche la zona di Mollarella e, più in generale, le aree di campagne colpite dal maltempo.

La Protezione Civile, che eseguirà gli interventi anche a Sciacca e Ribera, e nelle zone del catanese, intende toccare con mano l’entità dei danni provocati dalle piogge.

Della delegazione del Comune sta accompagnando i dirigenti della Protezione Civile fanno parte il sindaco Angelo Cambiano, l’assessore al ramo, Annalisa Cianchetti, ed il titolare della delega ai Lavori Pubblici Adriano Damanti, oltre, naturalmente, al dirigente del dipartimento Urbanistica Vincenzo Ortega ed ai tecnici del Comune.

La “missione” a Licata si concluderà con una relazione che sarà invitata al capo della Protezione Civile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*