“Niente assembramenti, falò in spiaggia ed alcol”, ecco l’ordinanza del sindaco per Ferragosto

Pino Galanti

Cosa si può fare, e cosa no, per Ferragosto a Licata.

Lo ha stabilito, seguendo le indicazioni del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, il sindaco di Licata Pino Galanti, con un’ordinanza firmata questa sera.

“Nel provvedimento sono ribaditi – si legge sul profilo Facebook della polizia municipale – questi divieti: di assembramento; di attendamento;

Di pernotto in spiaggia e/o nelle cabine; di accensioni di fuochi e falò;

di vendita per asporto di alcoolici e super alcolici dalle 18:30 del 14 fino alle 10 del 15; di vendita e somministrazione fuori dai locali, comprese le sue pertinenze, di qualsiasi bevanda contenuta in bottiglie di vetro e lattine o comunque in contenitori di metallo idonei ad essere utilizzati quali oggetti atti ad offendere, dalle 21:30 del 14 fino alle ore 6:00 del 15; di introduzione in spiaggia di bevande e cibi in contenitori di vetro; di introduzione in spiaggia di legna e di qualsiasi altro combustibile idoneo all’accensione di fuochi; di diffusione di musica e canti oltre le ore 02:00;

di abbandono in spiaggia e sulla pubblica via di qualsivoglia genere di rifiuto”.

“Il sindaco, inoltre, ricorda a tutti l’obbligo – si conclude l’ordinanza -dell’uso della mascherina, non solo in tutti i luoghi chiusi, pubblici e/o privati aperti al pubblico, ma anche all’aperto in tutte quelle occasioni in cui non sia possibile mantenere costantemente la distanza interpersonale di almeno un metro”.

“A quest’ultimo proposito ricordiamo – aggiunge la polizia municipale -che dall’obbligo circa l’uso della mascherina sono esclusi i bambini di età inferiore ai 7 anni e che dall’obbligo del distanziamento sociale sono esclusi i congiunti.  Auguriamo a tutta la cittadinanza un sereno ferragosto”.

2 Comments

  1. In questo caso spero che per congiunti non vengano considerati gli amici, viceversa non avrebbe molto senso. E che le pattuglie siano presenti e utili.

  2. Sono d’accordo con il Sindaco. Una maggiore consapevolezza dei nostri e altrui atti significa salvare vite. Abbiamo assistito a scene strazianti, per favore evitiamo sofferenze, dolore, distacchi prematuri.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*