Nel 2018 ha vinto il premio Morante narrativa per ragazzi, ora ecco “Picciridda” di Catena Fiorello

Geometra libro Catena Fiorello

Due giorni fa Catena Fiorello, nota scrittrice siciliana che nel 2018 ha vinto il “Premio Elsa Morante” narrativa per ragazzi, ha incontrato gli studenti dell’istituto “Ines Giganti Curella” di Licata, e nel corso del confronto ha presentato il suo ultimo libro, “Picciridda”.

Volentieri pubblichiamo un articolo che Cettina Callea, docente dell’istituto che ha condotto il confronto con l’autrice, e ne è stata una delle organizzatrici, ha scritto.

“Ha avuto luogo ieri mattina presso l’Aula Magna dell’Itt Ines Giganti Curella di Licata l’incontro della scrittrice siciliana Catena Fiorello con gli studenti e le studentesse del IIS Fermi. L’evento è stato organizzato in collaborazione con Demea Cultura.

La scrittrice ha tenuto due incontri per dare la possibilità di presenziare a più alunni. Si è discusso in particolare di Picciriddra, primo romanzo dell’autrice, scritto alcuni anni fa, che però per le importante tematiche trattate viene molto letto nelle scuole, ha ricevuto il premio “Elsa Morante”, narrativa per ragazzi nel 2018 e che è diventato anche un film con la regia di Paolo Licata e che sarà nelle sale cinematografiche il prossimo 8 Marzo.

L’autrice ha completamente conquistato la platea con la sua immediatezza espressiva e le sue doti narrative. Prendendo spunto dalla storia raccontata nel romanzo, i ragazzi hanno rivolto tantissime domande a Catena Fiorello che ha parlato di temi impegnativi quale l’emigrazione e l’immigrazione, la condizione della donna, la parità di genere, la violenza, l’abbandono, l’amore, l’amicizia, le relazioni umane.

Durante la mattinata l’autrice ha anche decantato la bellezza autentica della nostra città, dei suoi vicoli e delle sue piazze. Oltre ad apprezzare le qualità letterarie dell’autrice, gli studenti e le studentesse sono rimasti affascinati dalla sua naturale simpatia e dal suo spessore umano.

Ha sottolineato il grande valore dell’istruzione e della cultura, unici strumenti per acquisire indipendenza e libertà di pensiero.  I ragazzi e  le ragazze, ispirati dal romanzo, hanno eseguito lavori di vario genere: performance, letture, video, disegni  e formulato domande. L’incontro è stato arricchito dall’ intervento canoro della prof.ssa Cinzia Consagra accompagnata dal fisarmonicista di Butera maestro Chiolo e da un’interpretazione di un brano da parte dell’attrice Luisa Biondi.

L’incontro, fortemente voluto dalla Drigente Scolastica Amelia Porrello, è stato organizzato dalla Prof.ssa Cettina Callea con la collaborazione attiva della Proff. Giuseppina Incorvaia, Mariella Mulè, Tiziana Denicolò, Antonella Cammilleri, Rita Azzarello ed Eleonora Castronovo”.

(Foto Orienta Fermi FB) 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*