Monitorare il finanziamento pubblico, gli studenti del “Fermi” partecipano a “OpenCoesione”

Studenti geometra

Un gruppo di alunni della terza B Tbs dell’istituto “Enrico Fermi” di Licata, scuola diretta dalla preside Amelia Porrello, sta partecipando al progetto di  monitoraggio civico di “A Scuola di OpenCoesione”: gara nazionale, promossa dal MIUR con la partnership della  Regione Siciliana,  giunta all’ottava edizione che coinvolge 214 team delle scuole superiori su scala nazionale e 32 in ambito regionale.

A coordinare gli studenti, come docente referente, è Angela Daniela Decaro.

“Si tratta – scrive la scuola – di  un percorso didattico  innovativo  che permette di  sviluppare, competenze digitali, statistiche, di educazione civica, per rendere gli studenti cittadini più consapevoli e attivi nella partecipazione alla vita pubblica del proprio territorio. Nello specifico gli studenti, già da novembre sono impegnati in un attività di ricerca e monitoraggio sul finanziamento pubblico  che riguarda “Il prolungamento della Banchina dei Marinai D’Italia nel porto commerciale di Licata”.

“Come un vero team – aggiunge la scuola – gli studenti si sono dati un nome “Team Matrioska”e dei ruoli ben precisi, come il coder e l’analista per la raccolta e l’analisi dei dati, il designer per la creazione del logo, il blogger e il social media manager per la comunicazione nei social e il progect manager per l’organizzazione del  monitoraggio e le interviste agli esperti, ai referenti del progetto e ai titolari dei cantieri navali. Un lavoro di squadra impegnativo, che li vede cittadini attivi, interessati alle problematiche della loro città”.

Nel loro ultimo lavoro, i ragazzi, hanno coinvolto la collettività con un sondaggio sul valore del porto di Licata, ottenendo un ottimo riscontro, quindi  continueranno a farlo anche nei prossimi step quali: la realizzazione di un video e uno storylelling sui risultati del progetto monitorato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*