Mercato dell’energia elettrica e disinfestazione, i consiglieri 5 Stelle interrogano il sindaco

Movimento Cinque Stelle

I consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle, Melania D’Orsi e Vincenzo Carità, hanno presentato due interrogazioni al sindaco Pino Galanti. La prima è relativa al mercato dell’energia elettrica, la seconda ai servizi di derattizzazione e disinfestazione.

“A proposito di energia elettrica e relativi costi pare che nel corso degli ultimi anni il mercato di Salvaguardia è diventato – scrivono D’Orsi e Carità – il mercato dei clienti morosi con la conseguenza che il valore del parametro Ω è cresciuto esponenzialmente e ha raggiunto livelli inaccettabili pari in alcuni casi a 2 volte il valore dell’energia in borsa. Il record è stato toccato dal lotto calabrese e nell’attuale periodo di regolazione 2014-2016 con un valore di Ω pari a 113 €/MWh. La presente per chiedere – si legge nell’interrogazione – se il Comune di Licata paga l’energia elettrica in regime di salvaguardia, quindi maggiorata. Se sì, a quanto ammonta la maggiorazione? A titolo esemplificativo se il costo annuale dell’energia elettrica è di un milione di euro la maggiorazione del 30% comporterebbe una spesa di 300 mila euro a carico dei cittadini licatesi. Le chiediamo che fine ha fatto il progetto di cui al drs 2126 del 2008 di razionalizzazione, riqualificazione e risparmio energetico che l’amministrazione precedente era riuscita a portare a compimento dopo anni di ricorsi e contenziosi”.

Sulla questione disinfestazione e derattizzazione, i pentastellati chiedono “se è stata effettuata la regolare derattizzazione e disinfestazione, considerato che non si trova traccia di alcun calendario pubblicato. Se la derattizzazione e la disinfestazione è stata eseguita o se è in programma. Si chiede di portare a conoscenza la cittadinanza del calendario degli interventi effettuati o da effettuare”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*