“Maltrattamenti in famiglia”, il giudice vieta ad un licatese di 47 anni di avvicinarsi alla moglie

Volante della polizia

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento ha emesso nei confronti di un licatese di 47 anni un’ordinanza con la quale gli vieta di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla moglie: l’abitazione ed il posto in cui lavora. Inoltre l’uomo dovrà indossare il braccialetto per il controllo a distanza.

Il provvedimento è stato emesso in quanto l’uomo è accusato di maltrattamenti nei confronti della moglie. Maltrattamenti che, secondo l’accusa, andrebbero avanti ormai dal 2014.

Ad eseguire il provvedimento sono stati gli agenti del commissariato di polizia di Licata, coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli.

I poliziotti, secondo quanto reso noto dalla Questura di Agrigento, si sono presentati nell’abitazione del licatese e gli hanno notificato l’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*