Malattie rare e “Giornata mondiale dell’igiene delle mani”, ecco le iniziative di Cittadinanzattiva

Maria Grazia Cimino

Quando c’è da contribuire al miglioramento delle condizioni di salute di ognuno di noi, Cittadinanzattiva è sempre in prima linea.

Sono due le iniziative adottate ieri dal movimento ed a renderle note è stata Maria Grazia Cimino, vice segretario regionale di Cittadinanzattiva.

“Siamo stati invitati – spiega – a dare massima diffusione della nota del Dipartimento  Regionale per la Pianificazione Strategica – Assessorato della salute con la quale viene reso nota l’adozione di una scheda destinata al personale medico e infermieristico di emergenza, per far sì che ogni  paziente affetto da malattia rara possa esprimere le proprie esigenze e i trattamenti di cui necessita  per ottimizzare il percorso di presa in carico e  assicurare così  la massima attenzione a questi pazienti nel periodo di pandemia da Covid-19. Una risposta alle tante sollecitazioni che arrivano  dal mondo dei  malati “rari” attraverso le associazioni di riferimento, che chiede e auspica che  il SSN e in particolar modo quello regionale possano dedicare maggiore tempo alla ricerca di nuove terapie, di nuovi farmaci e alla costruzione di quei percorsi di diagnosi, terapia e assistenza necessari ad alleviare lo stress dei malati e dei loro familiari costretti a continui controlli in Unità Operative diverse anche in Aziende Ospedaliere diverse”.

“Temi questi – ricorda Maria Grazia Cimino – che furono  trattati nel corso di quell’importante evento svoltosi a Licata nel maggio del 2018, grazie all’impegno dell’attuale assessore  Andrea Burgio, dal suggestivo titolo “Come Perle” e che vide tra i sostenitori anche la locale sezione di  Cittadinanzattiva da sempre impegnata nella tutela dei diritti delle persone affette da patologie rare che oggi coinvolgono milioni di persone nel mondo e in Italia  dove si stimano circa due milioni di persone delle quali il 70% pazienti in età pediatrica”.

L’altra iniziativa cui Cittadinanzattiva ha aderito è la “Giornata mondiale per l’igiene delle mani” che è stata celebrata ieri.

“In questo periodo di emergenza Covid-19 – scrive ancora Maria Grazia Cimino – questa semplice operazione è diventata una modalità di prevenzione più efficace per contrastare la diffusione del virus, insieme all’uso di dispositivi di protezione e al distanziamento sociale. Era il 2016 quando nella stessa occasione il TDM di Licata chiese alla direzione dell’Asp di collocare in tutti i luoghi frequentati da utenti e malati, dispenser con soluzioni alcooliche per l’igiene delle mani e ancora prima, già dal 2012, nella nostra sede venivano distribuiti ai cittadini opuscoli sul corretto modo di lavarsi le mani  frutto di una campagna che Cittadinanzattiva, sempre attenta al tema delle infezioni nosocomiali, porta avanti da anni anche attraverso semplici raccomandazioni civiche che mettono  al primo posto: curare di più l’igiene personale lavandosi e facendo lavare anche a parenti ed amici le mani”.

“Quella nostra richiesta – conclude Cittadinanzattiva – non ebbe seguito, ora è diventata una necessità e comunque aldilà del particolare momento  che stiamo vivendo è bene ricordare che le mani sono il principale veicolo di trasmissione di infezioni e che serve veramente poco per contenerne la diffusione  in modo semplice ed economico”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*