#licatesi a casa…nel mondo. Ignazio Puccio, che in Africa si occupa di malattie zoonotiche

Ignazio Puccio

Nuovo appuntamento con #licatesi a casa…nel resto del mondo, la nostra rubrica dedicata ai licatesi residenti in varie regioni italiane, in Europa e nel mondo.

Vi abbiamo chiesto di raccontarci come state vivendo in questo drammatico momento legato al Coronavirus e ci avete risposto in tanti. Continuate a farlo.

Ecco la storia di Ignazio Puccio, licatese che vive tra Addis Abeba e Nairobi e si occupa di malattie zoonotiche, trasmesse dagli animali all’uomo. Ecco cosa ci ha scritto.

“Cari amici, vivo da tanti anni all’estero tra Londra, Addis Abeba e Nairobi ma Licata la porta nel cuore ed ogni occasione è buona per ritornarci. In Africa, presso la sede Etiope dell’International Livestock Research Institute, mi occupo di malattie zoonotiche, alimentari e non, trasmesse direttamente o indirettamente dagli animali all’uomo. Stiamo vivendo una crisi senza precedenti, che mette a dura prova tutti. I licatesi stanno dimostrando un alto senso civico e di rispetto delle prescrizioni del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il superamento di questo intenso e delicato periodo. In questo momento la mia preoccupazione maggiore va ai soggetti più vulnerabili come gli anziani, i pazienti cronici ed i detenuti. In Africa, come è ben noto, il Sistema sanitario è fragile e le conseguenze di questa pandemia potrebbero essere ancor più’ nefaste delle nostre. A seguito dell’emergenza sanitaria causata dalla rapida propagazione del virus COVID19, il Comites di Addis Abeba, ha lanciato una raccolta fondi per l’acquisto di Concentratori di Ossigeno per uso ospedaliero. Chi volesse sposare la causa può farlo tramite versamento sul conto del Comites Addis Abeba intestato, per ragioni amministrative, al presidente, vicepresidente e tesoriere: Pier Paolo Elmi, Alessandra Frezza, Ambra Del Gaudio. Zemen Bank Account N. 0042259012. Per avere maggiori delucidazioni in merito a questa iniziativa potete contattare il Comites usando questa email: comitesaddisabeba@gmail.com Continuiamo a tenere duro e presto vedremo dei risultati!”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*