Licata esclusa dai fondi per il Pug, 4 consiglieri: “Comune bocciato o non ha presentato la richiesta?”

Comune illuminato di rosso

“Apprendiamo dalle testate giornalistiche che è stata pubblicata la graduatoria dei Comuni risultati idonei alla concessione dei contributi regionali per redigere il Piano urbanistico generale (Pug). In questa graduatoria il Comune di Licata non compare, pertanto ci chiediamo se il nostro Comune è stato escluso o se non ha nemmeno partecipato alla richiesta di finanziamento”.

Arem Autoricambi

A chiederlo sono quattro consiglieri comunali di opposizione: Angelo Curella, Melania D’Orsi, Giovanni Spiteri e Anna Triglia.

“I sottoscritti consiglieri di opposizione, aspettano ancora una risposta – si legge nel documento – in merito alla interrogazione presentata in data  29/09/2021 nonostante i termini del regolamento/legge impongano all’amministrazione una risposta entro i 30gg, abbondantemente superati. Alla nostra interrogazione hanno risposto, almeno in parte, i giornali:  il Comune di Licata non otterrà nessun finanziamento/contributo per la redazione del PUG (ex PRG)”.

“Ci preme sapere – scrivono ancora i quattro consiglieri comunali – quali siano le motivazioni dell’esclusione, ovvero cosa sia accaduto. Il comune di Licata ha un PRG approvato nel 2000 (vincoli preordinati all’esproprio decaduti dal 2008) e necessita urgentemente di una revisione/rielaborazione radicale al fine di apportare i dovuti aggiornamenti dettati dai cambiamenti normativi, strutturali per adattarlo al nuovo fabbisogno del territorio. Alcuni ex amministratori non considerano le competenze e l’attività del Dipartimento dei LL.PP. e dell’Urbanistica di centrale importanza per la “salute” dell’Ente comunale, ma gli scriventi sottolineano la “vitale” funzione che codesto Dipartimento svolge. Attraverso l’attività di questi uffici infatti si pianificano strategie di sviluppo per l’intero territorio comunale creando opportunità imprenditoriali, attraendo potenziali investitori e mettendo a disposizione della popolazione e dei professionisti strumenti che permettono una risposta ai fabbisogni e ai cambiamenti”.

“La realtà purtroppo ci riporta – concludono Curella Spiteri, Triglia e D’Orsi – con i piedi per terra: Licata non riceverà nessun contributo per la redazione del PUG e un’altra occasione di crescita e sviluppo è stata sprecata…!!! Aspettiamo di conoscere le motivazioni che l’attuale amministrazione vorrà gentilmente comunicarci. La Città aspetta di sapere perché ancora una volta siamo rimasti al palo. Attendiamo ancora tante risposte in merito alle svariate questioni sollevate nelle interrogazioni già presentate”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*