Licata Calcio, è qui la festa? Acireale battuto, seconda vittoria di fila e classifica scalata

Licata Acireale

di William Vitali

Non conosce ostacoli al “Dino Liotta” la marcia inarrestabile del Licata che, colpita a freddo nel corso dei primi minuti dall’Acireale, rimonta nella ripresa, conquistando la seconda vittoria di fila.

Arem Autoricambi

Una prova di carattere quella messa in atto dalla squadra di Romano, che ha dominato in lungo e largo gli ospiti i quali, seppur rimaneggiati dalle assenze, erano ancora imbattuti in stagione.

Avvio subito in salita per i gialloblu, che al 5’ si fanno sorprendere dall’imbucata di Cristiani per Savanarola il quale di testa alza la parabola che scavalca Moschella in uscita e s’infila in rete.

La reazione del Licata non si lascia attendere e due minuti dopo Samake vince un contrasto in area e mette sul secondo palo dove arriva in ritardo Minacori.

Al 19’ protagonista ancora Samake che s’invola verso l’area di rigore e conclude, ma sbatte contro l’opposizione di D’Alterio che fa sua la sfera.

Dopo una fase di equilibrio, prima dell’intervallo, arrivano altre due grandi chance per i gialloblu: al 38’, Mazzamuto recapita in area la corta respinta del difensore ospite e impegna con un destro forte ma centrale il portiere granata che al 44’ si esibisce nuovamente in un grande intervento, deviando in angolo il tiro angolato di Samake.

Il secondo tempo ricomincia con lo stesso canovaccio della prima frazione e al 49’ il Licata trova il meritato pari, quando Caccetta ruba palla sulla trequarti offensiva e assiste Minacori, che non lascia scampo a D’Alterio con un destro potente a mezza altezza. 

Ristabilita la parità, la chance del sorpasso capita a Samake che, lanciato da Candiano, converge sul destro e calcia verso la porta sollecitando i riflessi dell’attento portiere ospite.

Le fiammate dell’Acireale sono tutte nella parte centrale del secondo tempo, al 67’, con la bordata dalla lunga distanza di Russo su cui si distende Moschella per mettere in angolo, e con un altro tentativo di Correnti, poco dopo, ribattuto ancora dall’estremo difensore gialloblu.

Nel momento migliore degli ospiti, il Licata lascia il segno al 79’: Candiano mette al centro un cross, su punizione, che, complice una deviazione di un giocatore dell’Acireale, s’insacca, regalando il 2-1 ai gialloblu.

A quel punto si aprono spazi interessanti per il Licata che all’85’ chiude definitivamente i conti con Samake che, sulla verticalizzazione di Candiano, anticipa l’uscita del portiere e a poco servono i tentativi di salvare in extremis di De Pace ed Esposito. 

All’87’ ci prova Piccioni a ripotare in gara i suoi, ma la sua conclusione dentro l’area finisce a lato.

Si chiude così una gara splendida degli uomini di Romano che certificano lo straordinario periodo di forma, piegando la resistenza della quarta forza del campionato, che paga dazio il fattore “Dino Liotta”. Altri tre punti vitali per i gialloblu, guidati da un furore agonistico e uno spirito combattivo che può dare tante soddisfazioni in questa stagione.

Tabellino:

Licata – Acireale 3-1: 5’ Savanarola, 49’ Minacori, 79’ Candiano, 85’ Samake.

Formazioni:

Licata (3-5-2): Moschella; Calaiò, Orlando, Cappello; Mazzamuto, Ficarra (dall’81’ Lanza), Caccetta, Candiano, Mannina (dall’81’ Aprile); Minacori (dall’88’ Maniscalchi), Samake (dal 90’ Giannaula). All. Romano.

Acireale (3-4-2-1): D’Alterio; De Pace, L. Esposito, Cannino; Tumminelli, Cristiani, Correnti, Todisco; Savanarola (dal 75’ Garetto), F. Russo; Ortolini (dal 71’ Piccioni). All. De Sanzo.

Arbitro: Capriuolo di Bari.

Ammoniti: Savanarola, Cristiani, Esposito, Orlando, Tumminelli.

Calci d’angolo: 3-2

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*