Legalità: la “Marconi”, in videoconferenza, si confronta con oltre mille studenti italiani

Scuola Marconi premiata

L’istituto comprensivo “Guglielmo Marconi” di Licata ha partecipato, in videoconferenza, all’evento che si è tenuto nella sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati, sede della presidenza della Regione Toscana, per un confronto sui temi di “Giovani Sentinelle della Legalità”, promosso dalla Fondazione Caponnetto.

“Alla videoconferenza – si legge in una nota diffusa, per la “Marconi”, da Annamaria Milano – coordinati dalla referente alla Legalità Carmelina Di Rosa, hanno partecipato le classi  terze B/C/D della scuola primaria e quelle delle professoresse Mannino e Incorvaia della media, con un intervento dell’alunno Daniele Russotto. Grande soddisfazione è stata espressa dal preside Maurilio Lombardo, per il percorso di Legalità condotto negli anni. Lo stesso dirigente ha ricevuto i complimenti per il lavoro svolto dal referente nazionale del Progetto Scuola, Domenico Billotta”.

Sono oltre 1.000 i ragazzi delle scuole italiane che hanno partecipato, in videoconferenza, all’iniziativa.

“All’evento, che ha coinvolto le scuole italiane, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani – si legge ancora nella nota della scuola – ha portato il suo saluto. Oltre a Giani, erano presenti il presidente della Fondazione, Salvatore Calleri, il responsabile nazionale progetto scuola Domenico Billotta con Sergio Tamborrino, responsabile regionale del progetto, il MIUR, Bernard Dika, consigliere del presidente della Regione per le politiche giovanili e innovazione. In sala, l’onorevole Lucia Azzolina, ex ministro all’istruzione, l’on. Rosa Maria Di Giorgi, l’onorevole Piera Aiello componente della commissione parlamentare antimafia e testimone di giustizia e la senatrice Caterina Biti. Collegati da remoto, i senatori Massimo Mallegni e Giovanni Endrizzi. In sala anche Angelo Corbo, membro alla scorta del giudice Giovanni Falcone, sopravvissuto alla strage di Capaci”.

“Il legame fra la Fondazione Caponnetto e la scuola è di lunga data. La “Marconi” – si conclude il documento – è presente ormai da cinque anni con grandissima partecipazione di studenti  docenti e famiglie”.

(Nella foto una precedente iniziativa sulla Legalità della scuola Marconi)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*