L’affidamento all’esterno per i tributi locali, i 5 Stelle: “Mancano professionalità al Comune?”

Movimento Cinque Stelle

Nuovo polemiche sulla scelta dell’amministrazione comunale di Licata di affidare ad una ditta esterna il “supporto tecnico professionale all’attività di emissione degli avvisi accertamento dei tributi locali: tarsu, tares, imu, cosap e icp in scadenza al 31 dicembre 2018 – 2019”.

Dopo l’Udicon, sulla questione interviene il movimento Cinque Stelle.

“Dopo circa 170 giorni di amministrazione – scrivono i consiglieri comunali Melania D’Orsi, Vincenzo Carità e Jenna Ortega – il sindaco ha deciso di esternalizzare il servizio di riscossione tributi per gli anni 2013 e 2014, per cercare di riscuotere quanto vantato e che il 31 dicembre 2018 andrebbe perduto perché prescritto. Un affidamento diretto di 24.000 euro circa ad una ditta di Campobello di Licata. Le professionalità a Licata mancavano e ci siamo rivolti ai paesi limitrofi”.

“Potevano essere utilizzate – concludono i pentastellati – ad esempio le professionalità interne all’ente o si poteva attingere alle professionalità della dozzina di collaboratori politici nominati in questi mesi

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*