“La patente gli era stata revocata ma guidava lo stesso”, multa di 5.000 euro per un licatese

Una pattuglia della polizia

Ancora una volta la polizia stradale di Agrigento, nel fine settimana, ha dato vita all’operazione che tende a contrastare le cosiddette “stragi del sabato sera”.

Multe e denunce riguardano l’intero territorio provinciale.

A Licata, secondo quanto si legge nel comunicato della Questura, “un automobilista di 48 anni, con svariati precedenti di polizia, veniva trovato alla guida lungo la statale 115 in prossimità del centro di Licata, con patente revocata per mancanza dei requisiti morali, e sanzionato con una multa di 5.000 euro”.

Ecco gli altri risultati ottenuti dalla stradale.
“Venivano deferiti alla Procura della Repubblica – scrive la Questura – durante i posti di controllo effettuati a San Leone: M.F., di anni 36, residente a Naro, con un valore di 1,54 g/l; V.L., di anni 33, residente a Favara, con un valore di 0,94 g/l; C.V., di anni 29, residente a Mussomeli, con un valore di 1,28 g/l. Quest’ultimo veniva sanzionato altresì per velocità non commisurata e bestemmie”.
“Un mezzo adibito al trasporto di salme veniva, infine, trovato scoperto di copertura assicurativa – conclude la Questura – lungo la statale 115, località Sciacca, poco prima di recarsi presso la casa di un soggetto deceduto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*